Menu

Cart

INDOBOARD KIDS

Descrizione dell’indoboard con specificazione dei campi di applicazione:


L’Indoboard nasce in Florida, da un’idea di Hunter Joslin. Il progetto aveva lo scopo di migliorare le prestazioni degli atleti sulla tavola da surf. Durante gli allenamenti vengono efficacemente stimolate importanti qualità neuro-motorie, come l’equilibrio, la destrezza e la coordinazione: ogni gesto e ogni esercizio sulla tavola basculante, infatti richiede una costante attenzione al mantenimento di una corretta postura e un continuo lavoro di stabilizzazione del corpo.

L’indoboard è costituito da una tavola di legno ovale e da due diversi supporti: un cilindro e un cuscino rotondo che posti sotto la tavola ne aumentano l’instabilità. Il cuscino permette un’escursione articolare maggiore del cilindro anche se più facile da gestire. Il cilindro invece procura maggiori difficoltà perché la tavola riceve uno spostamento dinamico.
Negli esercizi con indoboard, il sistema nervoso deve reclutare fibre muscolari con più attenzione, per compiere i gesti e in più per mantenere il corpo in equilibrio: il risultato è un allenamento più preciso, più completo, basato sulla qualità e non solo sulla quantità dei movimenti.

Usare l’Indoborad richiede una continua concentrazione: non è possibile lavorare meccanicamente, pensando ad altro, perché si rischia di perdere l’equilibrio e di cadere dalla tavola. Al contrario, prestando attenzione a ciò che si fa e al modo in cui ci si muove, s’impara a conoscere meglio il proprio corpo e le sue potenzialità, con grandi vantaggi anche in tutte le attività della vita quotidiana.

Inoltre l’indoboard agisce su:

  • Aumento della propriocezione (percezione del corpo nello spazio)
  • Rinforzo osseo articolare e tendineo (Potenziamento della struttura anatomo-fisiologica della caviglia utile per tutti questi sport che comportano impatti con il terreno e cambi di direzione)
  • Rinforzo muscolare generalizzato con particolare attenzione ai distretti inferiori
  • Acquisizione di una corretta postura grazie all’azione di bilanciamento del baricentro
  • Aumento della concentrazione
  • Resistenza allo sforzo e stimolazione del sistema cardio-circolatorio
  • Prevenzione agli infortuni
  • Stimolazione della volta plantare (miglioramento della circolazione distretti inferiori)

Psicomotricità indoboard

Psicomotricità indoboard

Le capacità coordinative e le fasi sensibili:


Perché l’indoboard?
Le capacità coordinative rappresentano un insieme di presupposti che determinano: l’apprendimento, il controllo e l’adattamento del movimento.
L’apprendimento motorio è un processo di acquisizione di abilità, non osservabile direttamente perché i processi che determinano i cambiamenti nel comportamento sono interni. Questa fase raggiunge il periodo di massima performance nel periodo compreso fra i 13 ed i 14 anni. Le difficoltà che si riscontrano sull’indoboard, la costante perdita e ricerca dell’equilibrio ci permettono di costruire, precisare e stabilizzare nuovi schemi motori, precedentemente non posseduti.

Le imprevedibili oscillazioni dell’indoboard affinano la nostra capacità di adattamento. Solo cambiando ,trasformando ed adattando i movimenti del nostro corpo riusciremo a mantenere il nostro equilibrio sulla tavola. Nell’esecuzione degli esercizi viene stimolata la capacità di controllo motorio. L’instabilità della tavola aumenta la capacità di controllare alcuni parametri del movimento(dinamici, cinematici, dell’attrezzo, del ritmo). È una capacità che origina a 5 anni, per poi avere il suo culmine fra i 7 ed i 13 anni.

La componente ludica che caratterizza il lavoro con l’indoboard stimola la fantasia e la creatività motoria. S’innesca una sorta di gioco-sfida, dove aumentando progressivamente la difficoltà il bambino impara a percepire o a prevedere variazioni dell’indoboard e a riuscire a modificare l’azione già avviata.

Con l’indoboard si ha la possibilità di effetuare rotazioni sull’asse longitudinale in destabilizzazione affinando così la capacità di orientamento e di organizzare il movimento nello spazio-temporale in cui si agisce.

Psicomotricità indoboard

Psicomotricità indoboard


Postura ed equilibrio sono in stretta connessione. La stabilizzazione sull’indoboard svolge un ruolo centrale nella costruzione di un proprio schema del movimento e nella sua regolazione e correzione. Viene chiamata in causa anche la capacità di differenziazione sensoriale importante per distinguere e selezionare le corrette percezioni ( cinestetiche, temporali e spaziali ) che permettono di dosare in maniera ottimale l’impegno muscolare per realizzare l’azione desiderata.

L’Indoboard risulta essere importante in età evolutiva: la coordinazione e l’equilibrio sono passi importanti per la crescita di un bambino. Con l’Indoboard si fa maggiore appello all’interiorizzazione e all’organizzazione mentale, s’impara a conoscere meglio il proprio corpo e le sue potenzialità. Gli esercizi permettono qui di acquisire la padronanza del meccanismo del gioco, la padronanza del corpo e dello spazio gestuale.

Pertanto , in merito alle fasi sensibili, il periodo migliore per una loro corretta sollecitazione è il periodo ascrivibile alla prima metà della fase evolutiva dell'individuo. Sarà quindi importante, proprio in questa fase, offrire un'ampia varietà di stimoli motori per ottimizzarne lo sviluppo, prevedendo anche un graduale incremento nella difficoltà delle operazioni richieste.

Capacità Coordinative corsi di psicomotricità

Da anni ormai si conosce l’importanza della corretta pianificazione dell’allenamento fisico, tecnico e tattico in base alle fasce d’età e alle competenze. Tuttavia, ancora oggi, è praticamente inesistente la consapevolezza dell’importanza dell’aspetto psicologico durante le fasi di allenamento.

Per tale motivo è possibile strutturare dei programmi differenziati a seconda dell’età. Che possono essere così suddivisi:

  • Bambini di 5-9 anni: imparare divertendosi
  • Ragazzi di 10-14 anni: obiettivo crescere

Psicomotricità indoboard

Psicomotricità indoboard


5-9 anni: “imparare divertendosi”

A questa età il bambino scopre il suo corpo e le sue potenzialità di socializzazione col mondo esterno e per questo motivo l’apprendimento deve avvenire in modo ludico, senza strategie particolari. L’importante è creare il giusto contesto in cui avrà bisogno l’apprendimento.

Si deve lavorare, quindi, soprattutto su esercizi-giochi dove vengono sviluppate maggiormente:

  • L’acquisizione di un adeguato schema corporeo e motorio
  • Una corretta percezione spazio-temporale
  • Il miglioramento delle capacità psico-motorie
  • Lo sviluppo delle capacità ritmo cinestesiche(coordinazione, equilibrio)
  • Lo sviluppo armonico delle capacità fisiche (resistenza, destrezza, mobilità articolare, forza, velocità)

Psicomotricità indoboard

Psicomotricità indoboard


10-14 anni: obiettivo crescere!
In questa fascia di età le dinamiche di gruppo diventano fondamentali per la formazione di regole e dell’abitudine alla collaborazione. L’intelligenza diventa più strutturata e attraverso l’interazione il bambino diventa più consapevole della sua autoefficacia. In questa fascia di età sono particolarmente indicati i giochi di regole.

  • I giochi di regole: sono dei giochi organizzati; l’esperienza ripetuta consente l’interiorizzazione delle regole e disciplina i comportamenti dei singoli, determinando le dinamiche psicologiche proprie di ogni gruppo

Una corretta pratica sportiva a questa età permette di classificare le regole sociali importanti nella condotta della vita quotidiana, facilita la condivisione delle esperienze all’interno di un gruppo e fa fronte ai bisogni individuali del ragazzo, quali autostima, sicurezza e identità propria.

Aspetti Psicologici corsi di psicomotricità

 

CONCLUSIONI

Il compito di noi istruttori è di educare il bambino al movimento, nel rispetto delle regole sociali. In questo “periodo d’oro” il bambino impara a conoscere se stesso, ad apprendere nuovi schemi motori, ad adattarsi a situazioni critiche e a trovare soluzioni creative.

Per lo sviluppo del corso si utilizzeranno le varie tavole indoboard, le quali verranno fornite senza nessun costo aggiuntivo; così l’impegno richiesto nel lavoro è aspecifico e varia nell’intensità aumentando così l’attenzione del bambino, la capacità di essere presenti su quello che si sta facendo. Il bambino percepisce una maggiore alleanza mente-corpo-ambiente, un’armonia fra pensiero e azione e un’equilibrio tra immaginare e fare.

Psicomotricità indoboard

Psicomotricità indoboard

La carenza di capacità coordinative và attribuita non ad una insufficienza di doti, ma al fatto che tali capacità non vengono sufficientemente promosse nei primi anni d’età (Winter 1976).
Si stima che il disturbo della coordinazione motoria (Developmental Coordination Disorder – DCD), colpisca il 5-6% dei bambini in età scolastica e tende a presentarsi più nei maschi. Il DCD può manifestarsi da solo oppure in un bambino affetto anche da difficoltà di apprendimento, problemi di logopedia e/o sindrome da deficit di attenzione.

È importante riconoscere queste difficoltà motorie poiché i bambini affetti da DCD sono più portati a sviluppare problemi scolastici e comportamentali, dimostrare una bassa autostima, depressione e ansia, e sono più a rischio di diventare in sovrappeso.

L’esperienza è la causa di un mondo che ne è la conseguenza; esperienze migliori, daranno un mondo migliore…



Dott. Cerciello Nicola
Specializzato in allenamento funzionale e postura
Esperto in psicologia dello Sport
Master Trainer Indoboard
Info: +39 334 35 69 069
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

INDOBOARD KIDS

Indoboard Italia

Distributore Esclusivo Italia:

Guido Virgulti

Via Ribera 19, 00132 - Roma

Italia

Cel: (+39) 335 7203166

Fax: (+39) 06 20761619

Skype Me™!

Distribuzione

Indoboarditalia distribuisce Elephant Slackline
Indoboarditalia distribuisce Elephant Slackline
Il Team Indoboarditalia è Ambassador delle Vibram Fivefingers
Indoboarditalia è Ambassador Vibram Fivefingers

Log In or Register